© 2019 ProLocoValColvera +39 377 0898 136

Il Bosco è Tuo Amico,
Rispettalo!

 

Dedicato al visitatore dei boschi della Valcolvera

Il profumo fresco degli alberi, lo scroscio dei torrenti che scorrono in valle ed il sentiero scelto da percorrere a passo lento, per guardarsi intorno.
Il bosco ti dà tanto. 
L’unica cosa che ti chiede è di rispettare il suo equilibrio, selvaggio e delicato. 

COME VIVERE IL PARCO

Le Regole del Parco

Dedicato al visitatore del Parco Naturale Dolomiti Friulane

FONTE: Parco Naturale Dolomiti Friulane

L’istituzione del Parco Naturale Dolomiti Friulane comporta la promozione e la divulgazione delle caratteristiche naturalistiche dell’area, ma deve tenere sempre presente di garantire una “fruibilità” discreta, coerente e che rimanga compatibile con le linee guida di uno “sviluppo sostenibile” proporzionato e gestibile dalle forze locali.

COME VISITARE IL PARCO NATURALE DOLOMITI FRIULANE?
  • assumi sempre un atteggiamento di discrezione e rispetto per ogni cosa che percepisci
  • cerca di far sentire il meno possibile la tua presenza e lasciare meno tracce possibili del tuo passaggio
  • raccogli solo immagini, impressioni e memorie rispetta le piante e i fiori nel loro ambiente in modo che possano essere ammirati da tutti
  • se incontri degli animali, non avvicinarti e non spaventarli. Se hai un cane con te, tienilo al guinzaglio
  • rispetta anche i rettili, gli anfibi, gli invertebrati e gli insetti, anche loro sono necessari all’equilibrio degli ecosistemi
  • non accendere fuochi se non nelle apposite aree attrezzate
  • non raccogliere fossili, rocce e minerali; si trovano lì da milioni di anni proprio perché nessuno li ha portati via
  • se devi ascoltare musica concentrati su quella che ti circonda nella natura
  • pianta la tenda solo in caso di estrema necessità
  • ricordati che per raccogliere i funghi serve un permesso rilasciato dai Comuni
  • riporta sempre a casa i tuoi rifiuti
  • se trovi segni della maleducazione altrui (rifiuti non degradabili) e hai voglia di fare una buona azione raccoglili e portali nell’ecocentro dei Comuni
  • se ti imbatti in qualche arnese bellico non raccoglierlo, potrebbe essere pericoloso. Meglio segnalarlo al Parco Naturale Dolomiti Friulane
  • informati sempre e mantieni i contatti con i recapiti del Parco Naturale Dolomiti Friulane (Centri Visite, Uffici Informazioni e Sede)
  • segui i consigli indicati sulla segnaletica di fondovalle (Parcheggi, Aree di Sosta)
  • percorri preferibilmente i sentieri primari del Parco Naturale Dolomiti Friulane (quelli segnalati con tabelle in legno e ben evidenziati sulle pubblicazioni del Parco Naturale Dolomiti Friulane)
  • usufruisci delle strutture di appoggio (casere – ricovero e bivacchi) solo se veramente necessario, seguendo le indicazioni sul loro utilizzo (avvisi esposti sugli ingressi)
  • segnala eventuali irregolarità
  • indossa un abbigliamento adatto al territorio montano
  • se non conosci un itinerario, un percorso o un sentiero affidati alle guide naturalistiche e alle guide alpine del Parco Naturale Dolomiti Friulane
  • muoviti più che puoi a piedi per meglio godere della bellezza della natura
  • suggerisci proposte per favorire il Parco Naturale Dolomiti Friulane nel perseguimento degli obiettivi di conservazione, promozione, ricerca, didattica e sperimentazione

Alcune di queste piccole regole di buon senso e buona educazione sono monitorate e fatte rispettare dagli Agenti Forestali che possono applicare le sanzioni previste dalla Legge.

Grazie della collaborazione.

Cammina lungo i sentieri

Avventurarsi fuori dai percorsi segnalati, soprattutto in zone che non si conoscono, può essere molto pericoloso.
Prima di inoltrarti nel bosco studia con attenzione l’itinerario che vuoi percorrere.
Non oltrepassare eventuali recinzioni che potrebbero delimitare proprietà private o campi coltivati.

Bosco in Val Colvera - foto di Mauro Romagnoni - Nov.2019
Foto di Mauro Romagnoni

Nel bosco muoviti con lentezza

Il modo migliore per goderti il bosco è camminare al ritmo lento della natura, facendo attenzione in particolare a non scivolare sulle rocce in prossimità di corsi d’acqua e a non inciampare nelle radici che fuoriescono dal terreno.

Se sei un amante delle due ruote, pedala solo sulle strade e sui sentieri ciclabili mentre, sui sentieri non ciclabili, procedi a piedi spingendo la bici per non danneggiare le piante e spaventare gli animali.

Foto di Mauro Romagnoni

Raccogli i funghi solo se hai il permesso

Per raccogliere i funghi serve un permesso rilasciato dai comuni.
Se ne può raccogliere fino a un massimo di due chilogrammi al giorno per persona, nella fascia oraria tra le 7 e le 19.
Per non danneggiare il suolo, non usare rastrelli o uncini, e trasporta i funghi raccolti in ceste rigide e forate.
Se non sei un esperto, fai molta attenzione e chiedi consiglio a chi conosce bene i funghi, perché alcuni sono molto velenosi.

ISTRUZIONI PER LA RACCOLTA FUNGHI PER L’ANNO 2019

Sei un raccoglitore di funghi?

Ti informiamo che nella nostra Regione l’attuale normativa di riferimento è la L.R. n. 25 del 07.07.2017“Norme per la raccolta e la commercializzazione dei funghi epigei spontanei nel territorio regionale”.

Pertanto, se vuoi raccogliere funghi devi possedere l’autorizzazione alla raccolta e portarla con te assieme alla carta d’identità e alla ricevuta del versamento del contributo annuale.

LEGGI ANCORA

L’autorizzazione alla raccolta dei funghi vale per tutto il territorio regionale e viene rilasciata dalla Direzione centrale competente in materia di risorse agricole e forestali a coloro che hanno compiuto sedici anni e hanno frequentato un corso di almeno dodici ore e superato una prova orale sulle materie:

  • conoscenza delle più comuni specie di funghi eduli e tossici presenti in regione;
  • elementi generali di ecologia fungina e tossicologia;
  • norme, divieti e comportamenti inerenti la raccolta e il trasporto dei funghi;
  • criteri di conservazione e preparazione dei funghi.

Se non hai ancora l’autorizzazione alla raccolta,

contatta la segreteria dell’Unione della Carnia, potrai iscriverti al corso obbligatorio e gratuito che verrà organizzato appena raggiunto un certo numero di iscritti e che, previo esame anch’esso obbligatorio, ti consentirà di richiedere l’autorizzazione necessaria per la raccolta. Per iscriverti, è necessario presentare la domanda e il modulo per l’autorizzazione al trattamento dei dati disponibili in calce a questa pagina.

Infatti, una volta frequentato il corso, potrai presentare domanda alla Direzione centrale competente in materia di risorse agricole e forestali per ottenere il rilascio dell’autorizzazione.

Se hai già l’autorizzazione alla raccolta e NON hai fatto ancora alcun versamento per il 2019,

ti ricordiamo che la raccolta dei funghi entro il territorio del comune di residenza è consentita a titolo gratuito a coloro che sono in possesso dell’autorizzazione alla raccolta.

Invece,

  • Se vuoi esercitare la raccolta in tutto il territorio regionale:

devi fare un versamento di 70,00 €, utilizzando un bollettino postale intestato al c.c.p. n. 85770709 della Regione FVG – Servizio di Tesoreria – indicando la seguente causale: Cap. 747/E + il C.F. della persona che vuole esercitare la raccolta.

  • Se vuoi esercitare la raccolta solo nel territorio della Carnia:

devi fare un versamento di 25,00 €, utilizzando un bollettino postale intestato al c.c.p. n. 17597337 dell’UTI della Carnia, indicando la seguente causale: Raccolta funghi – Anno 2019.

  • Se vuoi esercitare la raccolta solo nel territorio di un’altra Unione:

devi fare un versamento di 25,00 €, utilizzando un bollettino postale intestato al c.c. postale o bancario individuato dall’Unione di competenza.

Infine, se non hai l’autorizzazione alla raccolta e vuoi raccogliere funghi in Carnia,

devi fare un versamento di 5,00 € per ogni giorno di raccolta e per un massimo di 5 giorni in un anno, anche non consecutivi, utilizzando un bollettino postale intestato al c.c.p. n. 17597337 dell’UTI della Carnia e indicando nella causale il giorno o i giorni di raccolta, oppure puoi saldare quanto dovuto tramite la piattaforma dedicata ai pagamenti online PagoPA.

Ricorda che durante la raccolta devi portare con te il documento di identità e la ricevuta del versamento.

La disciplina dettagliata e le informazioni utili per la raccolta dei funghi da parte dei residenti e non residenti in FVG sono disponibili al linkhttp://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/economia-imprese/agricoltura-foreste/FOGLIA3/.

 

Per maggiori informazioni:

dott.ssa Patrizia Gridel (tel. 0433.487711)

e-mail: patrizia.gridel@carnia.utifvg.it

Unione Territoriale Intercomunale della Carnia

Val Colvera News

L’icona del Natale, Dimostrazione a Cura delle Monache del Monastero Benedettino Santa Maria

Indirizzo: Località Taviela, 5 33080 POFFABRO (PN) Tel. 0427 78022 Sala polivalente del Monastero Benedettino Santa Maria di POFFABRO Percorso guidato sulle fasi dell'esecuzione tecnica di un'icona e accompagnamento alla lettura teologica e figurativa dell'Icona del...

Panorama dal Monte Raut al Mare Adriatico

Evento organizzato dal Parco Naturale Dolomiti FriulaneDATA: 7 DICEMBRE 2019DATA: 7 DICEMBRE 2019GUIDA: Fabiano Bruna 335 6191200PANORAMA DAL MARE ALLE DOLOMITIASCENSIONEDopo il ritrovo, ci si dirige con mezzi propri alla forcella di Pala Barzana, lasciate le...

Mappa del Sentiero dei Forestali

Frisanco (PN), 05 Ottobre 2019 | Sentiero dei Forestali, presentazione e inaugurazioneDopo la cerimonia di inaugurazione del Sentiero dei Forestali recuperato dagli uomini del Corpo della stazione di Maniago, siamo lieti di pubblicare il percorso -MAPPA - completo in...

Liturgia della prima domenica di Avvento, riflessione.

“il bisogno di credere al mistero dell’incarnazione, non sia da alcuno soffocata in fondo al cuore, ma tutto lo invada, lo stimoli, lo tormenti, lo sollevi, lo porti a personale contatto con Lui. Questo è il Natale.. Fortunati se saprete scorgere nella piccolezza di...

Il Bosco è Tuo Amico, Rispettalo!

Il Bosco è Tuo Amico, Rispettalo!  Dedicato al visitatore dei boschi della Valcolvera Il profumo fresco degli alberi, lo scroscio dei torrenti che scorrono in valle ed il sentiero scelto da percorrere a passo lento, per guardarsi intorno. Il bosco ti dà...
Le foto di questo articolo sono di
Le foto di questo articolo sono di

MAURO ROMAGNONI

Impara dal bosco

 

Il bosco ti insegna moltissimo sugli equilibri del mondo naturale. Porta con te una guida o affidati all’esperienza di un accompagnatore di media montagna per scoprire i segreti di questo delicato ecosistema.

Pin It on Pinterest

CONDIVIDI

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Privacy Policy