© 2019 ProLocoValColvera +39 377 0898 136

INTOR DAL FOGHER

gruppo di lettura

Lunedì 14 ottobre 2019, dopo la pausa estiva,
riprendono gli incontri presso il Glup – Circolo Operaio di Poffabro
del Gruppo di lettura INTOR DAL FOGHER

I libri degli incontri passati

“Una yurta sull’Appennino” di Marco Scolastici

“Oro rosso” di Stefania Prandi

“L’ Avversario” di Emmanuel Carrére

“I racconti di Pietroburgo” di Nikolaj Gogol

“Storia di Tönle” di Mario Rigoni Stern

“Stoner” di John Williams

Circolo Operaio

Via Maniago, 10 a Poffabro

 

Incontri del gruppo di lettura

Ogni primo lunedì del mese alle 20.30
..a volte il secondo lunedì del mese.

Ricominciano dopo la pausa estiva gli incontri del gruppo di lettura INTOR DAL FOGHER a Poffabro presso il Circolo Operaio; il libro proposto per questo settimo incontro è “Gente di Dublino” di James Joyce uno dei suoi romanzi più significativi una raccolta di quindici racconti.  Da sfondo, la città natale dell’autore, Dublino, analizzata attraverso l’occhio attento dei personaggi dei vari racconti.

Protagonisti e temi trattati

I protagonisti del libro Gente di Dublino sono abitanti della città irlandese di Dublino, “spiritualmente deboli”, che hanno paura degli altri e sono in qualche modo schiavi della loro cultura, della loro vita familiare e politica, ma soprattutto della loro vita religiosa. Nel libro, vengono narrate le storie della loro vita quotidiana. I racconti presentano la città di Dublino sotto quattro aspetti: infanzia, adolescenza, maturità e vita pubblica. L’autore esprime con efficacia il suo amore e il suo disprezzo per Dublino, microcosmo e riassunto del nuovo mondo. In questo libro, Joyce forza i limiti della narrativa ottocentesca, arrivando a risultati di grande intensità espressiva e di rara efficacia.

I temi principali sono quelli della paralisi alla società e della fuga. La paralisi investe la sfera morale, intellettuale ma anche pratica, mentre la fuga è conseguenza della staticità, nel momento in cui i protagonisti comprendono la propria condizione e risultano essere impotenti di fronte a questa situazione. La fuga, tuttavia, è destinata sempre a fallire.

Gente di Dublino: i racconti

Così, nell’infanzia, troviamo i racconti: Le sorelle, Un incontro, Arabia; nell’adolescenza: Eveline, Dopo la corsa, I due galanti, Pensione di famiglia; per la maturità: Una piccola nube, Rivalsa (o Contropartita), Polvere (o Cenere), Un caso pietoso (o Un increscioso incidente); riguardanti la vita pubblica: Il giorno dell’Edera, Una madre, La grazia. Alla fine, troviamo un epilogo, dal titolo “I morti”.

Riassunto

Nel primo racconto, “Le Sorelle”, viene narrata la storia di un ragazzo e del suo rapporto con un prete cattolico, padre Flynn. Insieme alla zia, il ragazzo rende omaggio alla salma del sacerdote e visita le sorelle in lutto per la morte del prete. Il ragazzo ascolta le sorelle che raccontano come sia avvenuta la morte di padre Flynn. “Un incontro”, invece, narra le vicende di alcuni ragazzi che marinano la scuola e incontrano un signore anziano che si avvicina e parla con loro, ma le sue parole pesantemente allusive creano tra i giovani un forte disagio. Questo porta il racconto a spiegare come riescano a sfuggire da questa situazione insolita. Il terzo racconto è intitolato “Arabia” e narra la vicenda di un giovane ragazzo che si innamora della sorella del suo vicino, Mangan. Viene sottolineata la deludente escursione serale del ragazzo al bazar “Ara­bia”, per riuscire ad esprimere il suo intento.

GRUPPO DI LETTURA (GdL) istruzioni per l’uso

 

 

  • Un Gruppo di Lettura (GdL) è formato da persone che leggono in privato un libro scelto in comune.
  • La lettura viene poi condivisa: si parla del libro, se ne approfondiscono i temi, si condividono le emozioni provate.
  • Il GdL valorizza la lettura e la discussione come strumento di apertura agli altri e di dialogo tra diverse visioni e scritture del mondo.
  • Un gruppo di lettura non fa, dunque, letture di gruppo.
    Si parla di “lettura condivisa” per distinguerla, appunto, dalla lettura di gruppo.

Da dicembre, è attivo in Valcolvera il gruppo di lettura “Intor dal fogher”, delle persone, cioè, che leggono lo stesso libro e si incontrano poi per discuterne. È un gruppo che non si rivolge ad un targhet particolare, vi partecipano infatti donne e uomini, giovani e vecchi, persone che lavorano e altre che non lo fanno, e così via, insomma un gruppo libero, di persone accomunate solo dalla lettura e dalla voglia di condividere con altri le riflessioni e le emozioni che essa suscita.
Grazie all’appoggio che l’amministrazione comunale ha subito dato al progetto, gli incontri hanno luogo nel Glup di Poffabro e alla buona riuscita del tutto hanno contribuito Paola del Glup, le proposte grafiche di Marco, la disponibilità di Daniele e di Talita, e, soprattutto, le adesioni numerose e la vivacità nella discussione, anche critica; dopo la comprensibile esitazione dell’inizio infatti l’incontro successivo è stato un momento ricco di confronti e scambi di idee.

I primi tre libri sono stati finestre aperte su aspetti diversi dell’attualità : “Una yurta sull’Appennino” di Marco Scolastici, racconta l’esperienza di un giovane che cerca e trova la sua strada, in un ambiente che ha più di qualcosa in comune con il nostro: “Oro rosso” è l’inchiesta della giornalista Stefania Prandi sul lavoro delle donne nell’agricoltura dei paesi mediterranei. Ne “L’ Avversario” di Emmanuel Carrére, unico autore di fama tra i tre, si cerca di indagare sulle ragioni profonde che portano a tremendi crimini familiari.

Sarà poi la volta di un classico della letteratura mondiale, Nikolaj Gogol. Insomma anche nelle scelte delle letture il gruppo è libero e spazia fra vari generi con l’intento di ampliare il panorama letterario dei partecipanti.

“Intor dal fogher” ha anche una e-mail:  grm.letture@gmail.com, per ulteriori notizie potete contattarci lì, o venire direttamente ad un incontro (le date si trovano su “colvere creative” e sulla locandina mensile cartacea) o potete chiedere in giro e ci troverete sicuramente perché tutti ci conoscono.

Germana su L’Eco della Valcolvera

Domande più frequenti

Perché un gruppo di lettura?

Noi leggiamo perché ci piace molto la vetrina del negozio dove compriamo i libri. wink

Contatta Germana

Pin It on Pinterest

CONDIVIDI

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Privacy Policy