Intervista a:

Azzurra Miotto
ed Enrico Berto

INFO VIDEO
Nella splendida cornice della Val Colvera il video del singolo Gli Occhi Tuoi, tratto dall’album Io e Azzurra.
Un video girato tra le vie dei borghi assieme agli artisti di strada del Festival Brocante che vivacizzano le scene.

Regia: Pasqualino Suppa
Fotografia: Paolo Dalmazi
Edit: Denis Zen

Gli Occhi Tuoi
Scritto e Prodotto da Enrico Berto
Interpretato da Azzurra Miotto

Musicisti:

Batteria – Romeo Cimarosti
Percussioni – Luca Grizzo, Roberto Vignandel
Basso – Enrico Berto
Chitarra – Enrico Berto
Flauti – Massimo De Mattia
Voce – Azzurra Miotto

io e Azzurra ringraziano tutti i partecipanti alle riprese di quasto video, i musicisti: Alessia Marcucci, Gregorio Busatto;
gli artisti del circo: Ania Buraczynska, Emanuele Annoni, Llorens Valls, Mauro Cosenza, Andrea Speranza, Giorgio Bertolotti, Lucas Elias.

Io e Azzurra

Il 17 aprile scorso, in piena pandemia, ci ha sorpreso e distolto dai soliti cupi pensieri una novità, l’anteprima del video Gli Occhi Tuoi di Io e Azzurra girato tra Poffabro e Frisanco in compagnia di artisti musicisti e circensi del Festival Brocante. Noi siamo orgogliosi non solo di riproporvi il video di Azzurra Miotto ed Enrico Berto ma anche in esclusiva l’intervista che i due artisti ci hanno concesso via chat di Facebook.

Intervista

– Perché avete scelto di vivere qui?

Enrico: Tanti anni fa cercavo un posto in cui poter far musica tranquillo, mi sono imbattuto nel Lunghet, gran colpo fortunato!
Azzurra: Per amore! Ho messo piede nel Lunghet la prima volta durante Brocante 2011 ed è stato un colpo di fulmine!

– Da che esperienze e luoghi venite?

A: Sono nata e cresciuta in un piccolo paese in provincia di TV. Per studio e lavoro ho poi vissuto a Pordenone dove per alcuni anni ho insegnato canto e suonato con diversi musicisti.
E: Vengo da Aviano, sono stato un po’ in giro per il mondo alla ricerca della mia strada. A Gorizia per l’università, a Los Angeles, Londra e Berlino per studi e carriera musicale.

– In che modo il luogo vi ispira?
A+E: Il bosco, i monti, gli animali e la natura in genere ci danno una pace e una chiarezza di pensiero che poche altre cose sono in grado di darci. È difficile da spiegare ma quando i pensieri si ingarbugliano, una passeggiata nel bosco o anche solo il suono del ruscello sono un toccasana!

– Come è nata l’idea del video “gli occhi tuoi”?

A+E: Siamo profondamente innamorati di Brocante, della magnifica idea d’arte e condivisione che Roberto Magro ha saputo costruire in questa cornice mozzafiato. Volevamo fosse parte della storia d’amore della nostra canzone. Infondo è un po’ la nostra storia d’amore e in essa la Valcolvera e Brocante hanno giocato un ruolo importante.

– Cosa apprezzate di più in valle e che cosa magari vi manca?

A+E: La dimensione ristretta della comunità fa sì che le persone si conoscano e interagiscano con una naturalezza difficile da ritrovare in luoghi più grandi. Cosa manca? Niente, a dire il vero, … magari un po’ di nostalgia per La Luna sul Raut dove Giorgio e Roberto erano allegri testimoni dei nostri primi appuntamenti.

– Esiste una “comunità artistica” della Val Colvera?

A+E: Certo!!! Nutrita, talentuosa, caciarona ma riservata! In tipico stile della valle!

– Come vi integrate con il resto degli abitanti?

A+E: Amiamo starcene un po’ per conto nostro. Entrambi abbiamo una vita piena di persone ed impegni fuori dalla valle. Tornare a casa e potersi concentrare solo sulla nostra intimità è ciò che ci fa star meglio, per cui non partecipiamo moltissimo alla vita comunitaria. Certo, quando ci riusciamo ne gioiamo! Adoriamo entrambi andare a bere un bicchiere e far quattro chiacchiere.

– Come state vivendo la quarantena in valle?

A+E: Un lusso del quale siamo molto grati. Essere confinati in uno spazio così vasto e nel quale le restrizioni vengono vissute con responsabilità ma al contempo con umanità, ha reso le cose più semplici.

– Avete risentito delle gravi ripercussioni del Lockdown sui lavoratori dello spettacolo e dell’arte?
E: Certo ma in maniera parziale. Ho perso alcune prenotazioni: gruppi che dall’estero dovevano venire a Marzo hanno cancellato. Lavori che avevo in piedi e prevedevano incontri di persona sono saltati. Fortunatamente una grossa fetta del mio lavoro si svolge a distanza e quella continua ad esserci.

– Come vedete “superabile” questo periodo?
A+E: Pian pianino! Questa situazione sta avendo un grande impatto su molti livelli delle nostre vite. Ci piace pensare che stia portando anche un grande insegnamento: c’è bisogno di una decrescita e di una maggior consapevolezza in tutti noi. I ritmi ai quali viviamo non sono sostenibili per il pianeta ne tantomeno per noi. La lentezza che ci è stata imposta in questi mesi è forse un’opportunità per rivalutare le nostre priorità. Nel rispetto dell’ambiente, degli altri e di noi stessi.

– Cos’è che resterà a livello creativo e artistico di questa esperienza così inedita e straniante?
A+E: Abbiamo tutti provato emozioni forti e diversissime tra loro e ci siamo sentiti bisognosi di conforto. Mai come in questo momento abbiamo sviluppato capacità e desiderio di ascolto, di condivisione, di partecipazione. Secondo noi la musica e la creatività in genere possono essere la risposta a tutto questo.

– Cos’è “nuovo” oggi nel mondo musicale?
A+E: Senza entrare in dettagli stilistici la cosa che salta più all’occhio è che la qualità più importante per tutti in questo momento è l’onestà. A funzionare sono gli artisti che vogliono e riescono ad essere se stessi senza compromessi, senza seguire le mode o gli schemi degli stili musicali. Il risultato è che c’è un sacco di musica incredibile da scoprire!

– Vi ringraziamo molto per la vostra disponibilità e ci auguriamo di poter al più presto incontrarvi in situazione di normalità, impegnati nella realizzazione dei vostri progetti.

Azzurra Miotto

Azzurra Miotto

Lavora presso Wrap a Hug - Italia

Enrico Berto

Enrico Berto

Producer/Recording Artist presso Mushroom Recording Studio

Pin It on Pinterest

Privacy Policy